Il progetto

RESIDENZE SOCIO SHAKESPEARIANE ASSISTITE

un progetto ideato da Alessio Martinoli
realizzato con la collaborazione di Francesco Dendi e Francesco Ferrieri
con il sostegno di Cantiere Futurarte

12967932_254074908263764_8986213286970329335_o

Viviamo nel continente più “silver” del mondo. In Europa nel 2016 gli over65 erano 100 milioni, il 20% dell’intera popolazione e si prevede che la cifra salga nel 2050 al 30% (150 milioni). In Italia abbiamo una media superiore a quella europea, del 22,7%; in Toscana una media superiore alla nazionale. + di 23%. La Toscana è la seconda regione in Italia per densità di popolazione over65. 10.000 persone risiedono in Toscana in strutture socio sanitarie.

Lavorando con la cultura a più ampio raggio e col teatro nello specifico, da 4 anni al RSA “Il Giglio”, ci siamo accorti che per i residenti resta vivo il bisogno di serbare un senso costruttivo del reale, pur risolta la necessità di assistenza sanitaria . Sia per le singole famiglie che per la struttura è difficile colmare un senso di esclusione dal sentimento sociale, e viene a farsi sentire un bisogno di comunicazione con quel che è oltre il confine, anche fisico della Struttura.
Perciò abbiamo cercato di far entrare il mondo nella struttura e la struttura nel mondo.

Questo è un progetto di coesione sociale, che si realizza attraverso i linguaggi culturali. Il proponimento è quello di aprie la vita dei Residenti in RSA alla comunità e, far vivere un’esperienza importante e profonda ai più giovani, attraverso Shakespeare e attraverso un laboratorio teatrale gratuito, che si va costruendo in un gioco di comunicazione aperta tra i residenti in struttura, i ragazzi, e attualmente alcuni anziani e familiari dei residenti, che seguono con affezione il progetto, fino allo spettacolo.
Dopo 4 anni di lavoro su William Shakespeare abbiamo realizzato quattro spettacoli tratti ciascuno da un’opera del bardo: Amleto, La commedia degli errori e Romeo e Giulietta e Sogno di una notte di mezza Estate. Per la prima volta nel 2019 il progetto RSSA, con lo spettacolo Sogno di una notte di mezza estate, è uscito dalla struttura, per essere ospitata alla rassegna estiva di San Salvi curata dalla compagnia Chille de la Balanza. Nel 2020 il nostro nuovo progetto è La Tempesta.

Quello che stiamo realizzando è un format per la diffusione culturale, un progetto ideale, una linea politica e poetica. “Tentare” di mettere in scena un testo di William Shakespeare in una RSA, confrontandoci con diverse generazioni, è per noi un modo per raccontare che è possibile in ogni luogo fare un discorso più “alto”, che è possibile sovvertire i termini del modo di intendere una struttura per anziani, che è possibile giocare col teatro, renderlo contemporaneamente un’opportunità e un’occasione per i più giovani e una possibilità inaspettata per i più anziani.

Possiamo dire che per noi la RSA non è più un luogo di fine, di solitudine, di abbandono, ma di inizio, di creazione e di partecipazione, in cui è possibile realizzare qualcosa che lavori per sviluppare al meglio il concetto di inclusione.

RSSA – Residenze Socio Shakespeariane Assistite nasce per creare:

  • un’opportunità per i ragazzi sotto i 25 anni;

  • un’occasione di confronto e di collaborazione con gli abitanti e lo staff della struttura;

  • un’esperienza di creazione attiva attraverso lo strumento del teatro;

  • un modo per mettesi in gioco immergendosi fra le tematiche shakespeariane e il contemporaneo;

  • un modo di cambiare il presente per tentare di migliorare il futuro.

Cronologia del progetto

2016: Nascita del progetto curato da Alessio Martinoli Ponzoni e Francesco DendiAmleto2016 debutta il 15,16 e 17 Luglio. Articolo di Matteo Brighenti, L’invenzione dell’umano per Pac -Paneacquaculture.

2017: il progetto esce su “I quaderni della Pergola” -la Gioia– n 38; E quindi uscì a rivedere il teatro con una lunga intervista ad Alessio Martinoli su La commedia degli errori che debutta il 24, 25 e 26 Giugno ed eccezionalmente fa due repliche il 14 e 15 Ottobre. Da Novembre inizia a collaborare con Alessio Martinoli, l’attore, regista e drammaturgo Francesco Ferrieri, che con la sua esperienza dà nuova spinta e prospettive al progetto.

2018: A Maggio 2018 ci viene consegnato il Premio Agespi – Connettere le comunità con le RSA. Il Comune di Firenze concede il patrocinio per lo spettacolo del 14, 15 e 16 Luglio: Romeo e Giulietta. Nel 2018 La Repubblica Firenze parla di noi. In autunno ci viene consegnata la pergamena del premio Villa Vogel.

2019: A Inizio Gennaio siamo stati invitati a Palazzo Vecchio a presentare il nostro progetto RSSA con una conferenza stampa. Il 6-7-8 Luglio ha debuttato Sogno di una notte di mezza estate, il primo spettacolo uscito dalla struttura all’interno della Rassegna estiva Estate a San Salvi. Il 15 Ottobre abbiamo aperto la Nuova Open call per La Tempesta 2020. Scadenza 30 Novembre!

info e contatti

residenzeshakespeariane@gmail.com / facebook.com/residenzeshakespeariane