Il progetto

RESIDENZE SOCIO SHAKESPEARIANE ASSISTITE

un progetto ideato da Alessio Martinoli
realizzato con la collaborazione di Francesco Dendi e Francesco Ferrieri
con il sostegno di Cantiere Futurarte

12967932_254074908263764_8986213286970329335_o

Viviamo nel continente più “silver” del mondo. In Europa nel 2016 gli over65 erano 100 milioni, il 20% dell’intera popolazione e si prevede che la cifra salga nel 2050 al 30% (150 milioni). In Italia abbiamo una media superiore a quella europea, del 22,7%; in Toscana una media superiore alla nazionale. + di 23%. La Toscana è la seconda regione in Italia per densità di popolazione over65. 10.000 persone risiedono in Toscana in strutture socio sanitarie.

Lavorando con la cultura a più ampio raggio e col teatro nello specifico, da 4 anni al RSA “Il Giglio”, ci siamo accorti che per i residenti resta vivo il bisogno di serbare un senso costruttivo del reale, pur risolta la necessità di assistenza sanitaria . Sia per le singole famiglie che per la struttura è difficile colmare un senso di esclusione dal sentimento sociale, e viene a farsi sentire un bisogno di comunicazione con quel che è oltre il confine, anche fisico della Struttura.
Perciò abbiamo cercato di far entrare il mondo nella struttura e la struttura nel mondo.

Questo è un progetto di coesione sociale, che si realizza attraverso i linguaggi culturali. Il proponimento è quello di aprie la vita dei Residenti in RSA alla comunità e, far vivere un’esperienza importante e profonda ai più giovani, attraverso Shakespeare e attraverso un laboratorio teatrale gratuito, che si va costruendo in un gioco di comunicazione aperta tra i residenti in struttura, i ragazzi, e attualmente alcuni anziani e familiari dei residenti, che seguono con affezione il progetto, fino allo spettacolo.
Dopo 4 anni di lavoro su William Shakespeare abbiamo realizzato tre spettacoli tratti ciascuno da un’opera del bardo: Amleto, La commedia degli errori e Romeo e Giulietta e ci avviamo già alla messa in scena di Sogno di una notte di mezza Estate. Quest’anno per la prima volta il 7 Luglio alle ore 18, il progetto RSSA, con lo spettacolo Sogno di una notte di mezza estate, uscirà dalla struttura, per essere ospitata alla rassegna estiva di San Salvi curata dalla compagnia Chille de la Balanza.

Quello che stiamo realizzando è un format per la diffusione culturale, un progetto ideale, una linea politica e poetica. “Tentare” di mettere in scena un testo di William Shakespeare in una RSA, confrontandoci con diverse generazioni, è per noi un modo per raccontare che è possibile in ogni luogo fare un discorso più “alto”, che è possibile sovvertire i termini del modo di intendere una struttura per anziani, che è possibile giocare col teatro, renderlo contemporaneamente un’opportunità e un’occasione per i più giovani e una possibilità inaspettata per i più anziani.

Possiamo dire che per noi la RSA non è più un luogo di fine, di solitudine, di abbandono, ma di inizio, di creazione e di partecipazione, in cui è possibile realizzare qualcosa che lavori per sviluppare al meglio il concetto di inclusione.

RSSA – Residenze Socio Shakespeariane Assistite nasce per creare:

  • un’opportunità per i ragazzi sotto i 25 anni;

  • un’occasione di confronto e di collaborazione con gli abitanti e lo staff della struttura;

  • un’esperienza di creazione attiva attraverso lo strumento del teatro;

  • un modo per mettesi in gioco immergendosi fra le tematiche shakespeariane e il contemporaneo;

  • un modo di cambiare il presente per tentare di migliorare il futuro.

Cronologia del progetto

2016: Nascita del progetto curato da Alessio Martinoli Ponzoni e Francesco DendiAmleto2016 debutta il 15,16 e 17 Luglio. Articolo di Matteo Brighenti, L’invenzione dell’umano per Pac -Paneacquaculture.

2017: il progetto esce su “I quaderni della Pergola” -la Gioia– n 38; E quindi uscì a rivedere il teatro con una lunga intervista ad Alessio Martinoli su La commedia degli errori che debutta il 24, 25 e 26 Giugno ed eccezionalmente fa due repliche il 14 e 15 Ottobre. Da Novembre inizia a collaborare con Alessio Martinoli, l’attore, regista e drammaturgo Francesco Ferrieri, che con la sua esperienza dà nuova spinta e prospettive al progetto.

2018: A Maggio 2018 ci viene consegnato il Premio Agespi – Connettere le comunità con le RSA. Il Comune di Firenze concede il patrocinio per lo spettacolo del 14, 15 e 16 Luglio: Romeo e Giulietta. Nel 2018 “Le Repubblica Firenze” parla di noi. In autunno ci viene consegnata la pergamena del premio Villa Vogel.

2019: A Inizio Gennaio siamo invitati a Palazzo Vecchio a presentare il nostro progetto RSSA con una conferenza stampa. Il 6-7-8 Luglio faremo debuttare Sogno di una notte di mezza estate.

info e contatti

residenzeshakespeariane@gmail.com / facebook.com/residenzeshakespeariane