Amleto2016

amleto-logoUn Amleto perfetto dovrebbe essere il più shakespeariano e al tempo stesso il più contemporaneo possibile” (Jan Kott)

L’Amleto è l’opera per eccellenza della drammaturgia shakespeariana ed essendo Shakespeare uno dei più grandi drammaturghi mai esistiti, l’Amleto diviene uno dei capi saldi della drammaturgia mondiale di tutti i tempi. La figura di Amleto è presente nell’immaginario di ognuno di noi, potremmo quasi definirla una figura “Pop”, il suo nome dice qualcosa anche a coloro che non hanno mai letto e visto niente di Shakespeare ed è uno dei pochi personaggi che riescono a “vivere” anche al di fuori del teatro.

Amleto è il catalizzatore di tematiche umane :

“Nell’Amleto ci sono molti problemi: la politica, la violenza, e la morale, la disputa sull’identità tra teoria e pratica, sui fini ultimi e sul senso della vita; è una tragedia d’amore, una tragedia familiare, nazionale, filosofica, escatologica e metafisica. Una storia cruenta, un duello, una grande carneficina. Non c’è che da scegliere.”

Nel 2016 si celebreranno i 400 anni dalla morte di William Shakespeare e nasce l’esigenza di ricordare il grande drammaturgo con un progetto che lo avvicini alle nuove generazioni, le quali potranno ritrovare nelle sue opere tematiche a loro vicine.

IL PROGETTO ARTISTICO_RSA “Il Giglio”

Amleto2016 è un percorso di formazione ad accesso gratuito con messa in scena finale a cura di Francesco Dendi e Alessio Martinoli in una struttura socio-sanitaria a partire da Amleto di William Shakespeare, condiviso fra gli ospiti della struttura e un gruppo di ragazzi tra i 18 e i 25 anni, selezionati tramite una OPEN-call pubblica. Amleto2016 è quindi un’opportunità per le giovani generazioni, un’esperienza di creazione attiva in un luogo solitamente non considerato creativo e bisognoso di attenzione, un collegamento con l’Università, un confronto fra le tematiche shakespeariane e il contemporaneo, quattro mesi di lavoro condiviso tra queste generazioni più che mai agli antipodi e alle soglie di un ignoto passaggio.

Da Aprile a Luglio 2016 si è realizzato il progetto nella struttura RSA “Il Giglio”, situata nel Quartiere 4 di Firenze, diventato un luogo di formazione pratica, il Castello di Elsinore, il luogo dove agiscono le forze che agitano la mente del principe Amleto.

logo-agile

Il teatro è lo strumento usato per affinare e sviluppare un proprio personale strumento di critica nei confronti della realtà quotidiana e del sapere. Il lavoro coinvolge gli allievi a 360° nella creazione dello spettacolo, il gruppo si suddividerà in attori, drammaturghi, scenografi, costumisti, etc. 

L’accesso al laboratorio sarà ed è completamente gratuito poiché crediamo che sia giusto che chiunque vi possa accedere. Sentiamo il bisogno personale di confrontarci con le generazioni appena uscite dalle scuole secondarie o che frequentano l’Università per offrirgli una possibilità di sviluppo pratico della loro creatività.

È nostra intenzione collaborare alla continuazione del progetto nei prossimi anni. Lavorando su altri testi del drammaturgo inglese per creare una sorta di Globe Theatre estivo a Firenze o in altre città, che diventi palestra di teatro per le giovani generazioni, una nuova possibilità di sperimentazione nelle Strutture socio-sanitarie e un’occasione per il pubblico di incontrare ed entrare in contatto costantemente con l’attualità di questo autore immortale.

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Gli obiettivi del progetto possono così sintetizzarsi:

  1. Stimolo alle giovani generazioni attraverso la creazione attiva di eventi culturali.

  2. Valorizzazione del teatro italiano e del suo incontro con la grande drammaturgia;

  3. Promozione dei linguaggi contemporanei e del loro rapporto con la tradizione teatrale;

  4. Far diventare le strutture socio-sanitarie dei luoghi di creazione attiva;

  5. Valorizzare le risorse e i luoghi del Territorio;

  6. Stimolare la partecipazione di nuove fasce di pubblico.

Per il raggiungimento degli obbiettivi e degli scopi si attueranno una serie di azioni che si possono semplificare in queste linee:

  1. Creazione di un gruppo di lavoro di giovani tra i 18 ed i 25 anni;

  2. Fase di studio sullo spettacolo;

  3. Ricerca Artistica sui temi trattati;

  4. Organizzazione di giornate di studio e approfondimento;

  5. Produzione dello spettacolo teatrale che verrà replicato in Estate (Luglio 2016);

  6. Realizzazione di un video che documenterà tutte le fasi di lavoro.